Tecniche di Misurazione Termografica: taratura di una termocamera

Torna alla sezione 5 - Principio di funzionamento di una termocamera



Sezione 6 - Taratura della termocamera

Il primo passaggio fondamentale nell'esecuzione di una termografia è determinare l'emissività dell'oggetto misurato. Se è possibile applicarvi sopra un nastro isolante nero (quello da elettricista) il problema si risolve immediatamente: il nastro isolante è uno dei migliori materiali ad emissività nota pari a 0,96-0,97. Se invece tale operazione non è possibile, o si ricorre alle tabelle di emissività oppure (soluzione consigliata) è necessario procedere come nel seguito indicato.

1) Determinare la temperatura apparente riflessa
Esistono diversi metodi per determinare la temperatura apparente riflessa. Riporteremo per brevità solo il più comune.
Per prima cosa è necessario predisporre un foglio di alluminio da cucina prima appallottolato e poi ridisteso. É possibile applicare il foglio di alluminio anche su un pezzo di cartone, l'importante è che la superficie riflettente sia rivolta verso la termocamera.
Sulla termocamera si imposta una emissività pari a 1 e si rileva il valore di temperatura sul foglio di alluminio: quello è il valore della temperatura apparente riflessa in quel punto.


2) Determinazione del valore di emissività del materiale dell'oggetto
Sulla termocamera viene impostato un valore di temperatura apparente riflessa pari a quello rilevato al punto precedente.
Si posiziona un pezzo di nastro isolante ad emissività nota su un campione di materiale uguale a quello di cui si intende misurare la temperatura.
Si scalda il campione ad una temperatura maggiore di circa 20° C rispetto a quella ambientale.
Si posiziona il campione di materiale nello stesso punto in cui è stato posizionato il foglio di alluminio per la rivelazione della temperatura riflessa e si rileva la temperatura del nastro isolante mediante la termocamera.
A questo punto si inquadra nell'obiettivo della termocamera il campione di materiale e si impostano diversi valori di emissività finchè la termocamera non rileva la stessa temperatura misurata sul nastro isolante.
A questo punto l'emissività del materiale in oggetto è nota.
In alternativa all'applicazione del nastro isolante si potrebbe misurare direttamente con una termocoppia la temperatura superficiale del campione; tuttavia detto metodo non è molto pratico in quanto una termocoppia necessita di un eccellente contatto termico con la superficie, ottenuto solitamente incollando e ricoprendo il sensore con un isolatore termico.

Vai alla sezione 7 - Esecuzione della misura