Impianti Domotici e Building Automation: Protocolli di Comunicazione

Torna alla sezione 2 - Principio di funzionamento di un impianto domotico



Protocolli di Comunicazione

Il protocollo di comunicazione è il "linguaggio" con cui i vari componenti dell'impianto domotico dialogano fra loro.
Il protocollo di comunicazione può essere "proprietario" oppure "standardizzato".
Un protocollo proprietario è generalmente ad uso esclusivo del produttore delle apparecchiature e può comunicare con altri protocolli solo mediante opportune interfacce.
Un protocollo di comunicazione "standard" è invece un protocollo le cui caratteristiche sono state concordate fra vari produttori e che consente una maggiore intercambiabilità dei componenti. Il più famoso protocollo standard è l'EIB/KNX.


Questo protocollo è nato nei primi anni novanta in Germania per volere di un gruppo di aziende che hanno scelto di creare un consorzio ed un protocollo standard, piuttosto che seguire la strada intrapresa da altre aziende con lo sviluppo di soluzioni proprietarie. Il sistema EIB è cresciuto, maturato, evoluto, fino a diventare il primo standard mondiale aperto per l'automazione edifici, con il nome EIB/KNX (lo standard KNX è stato approvato come standard europeo EN 50090 nel dicembre del 2003 e successivamente, nel novembre del 2006, come standard mondiale ISO/IEC 14543-3).
Oggi, il protocollo EIB/KNX viene utilizzato da più di 100 costruttori in Europa per sviluppare e commercializzare complessivamente più di 10.000 diversi articoli. In Italia, i principali costruttori hanno aderito allo standard, introducendo, ormai da alcuni anni (come ABB, Siemens, Hager, Merten...) o più recentemente (come Gewiss e Vimar), una ricca gamma di dispositivi e soluzioni.

Vai alla sezione 4 - Architettura del sistema domotico