Impianti Rivelazione Incendi

INDICE


Sezione 1 - Premessa

Sezione 2 - Obbligo di installazione

Sezione 3 - Suddivisione in zone

Sezione 4 - Impianti automatici di rilevazione incendi

Sezione 5 - Dimensionamento degli impianti di rilevazione incendi

Sezione 6 - Verifiche periodiche



Premessa

La pericolosità di un incendio diviene tanto maggiore quanto più un luogo è affollato da persone che non lo conoscono. Infatti in caso di incendio, oltre alla pericolosità legata alla presenza di fiamme e conseguenti alte temperature, la presenza di fumo rende difficoltosa la fuga e può generare intossicazione nei presenti.
La legislatura nazionale prevede pertanto che venga svolta un'attenta valutazione del rischio di incendio ed in base a questa vengano attuate opportune misure per ridurne la probabilità di innesco. La principale e più importante misura preventiva è costituita dagli impianti di rivelazione incendi.


Tali impianti possono essere di tipo automatico (quando l'incendio è rilevato e segnalato direttamente dall'impianto) oppure di tipo manuale (quando l'incendio è rilevato dalle persone che lo segnalano tramite l'azionamento di appositi pulsanti). Vedremo nel seguito le principali caratteristiche ed il corretto dimensionamento degli impianti di rivelazione incendi sulla base delle vigenti disposizioni normative (UNI 9795 edizione gennaio 2010).

Vai alla sezione 2 - Obblighi di legge sull'installazione degli impianti di rivelazione incendi