Progettazione e cablaggio di un quadro elettrico

Torna alle sezione 3.3 - Colorazione dei dispositivi di segnalazione e comando



Sezione 3.4 - Sviluppo grafico

Una volta definito come numerare i cavi del cablaggio e quali debbano essere le caratteristiche prestazionali dei componenti si può procedere alla stesura vera e propria dello schema elettrico del quadro.
La CEI EN 60617 definisce quali siano i simboli grafici da utilizzare mentre la CEI 44-6 ne definisce la siglatura alfanumerica. In rete è possibile consultare nel dettaglio la nomenclatura della CEI 44-6, ma nel seguito se ne riportano per semplicità i principali:

  • QF : interruttore automatico
  • KA : relè ausiliario
  • KM : relè di potenza
  • SA : selettore
  • SB : pulsante

E' importante riportare su pagine separate i circuiti di potenza rispetto a quelli ausiliari. Per un'agevole lettura dello schema vengono utilizzati i cosiddetti "riferimenti incrociati": a fianco del simbolo della bobina di un teleruttore è riportato dove reperire i contatti di quel teleruttore e viceversa. Per indicare univocamente la posizione generalmente si fa riferimento al foglio e alla catenaria corrispondente.


Schema elettrico circuiti di potenza

Schema multifilare circuiti di potenza



Schema elettrico circuiti ausiliari

Schema multifilare circuiti ausiliari

Vai alla sezione 3.5 - Scelta della carpenteria