Luminarie ed addobbi natalizi - collegamento delle lampadine

Torna a "Caratteristiche elettriche e costruttive delle luminarie"




Collegamento delle lampadine

Per collegare i corpi luminosi (lampadine) costituenti la luminaria possono essere utilizzati due approcci alternativi: il collegamento in serie oppure il collegamento in parallelo.



Nel collegamento in serie le lampadine vengono collegate una di seguito all'altra a formare un circuito ad anello. In accordo con la seconda legge di Kirchhoff si ha che ciascuna lampadina è sottoposta ad una tensione pari alla tensione di rete diviso il numero di lampadine che costituiscono la catena.
Questa soluzione è particolarmente economica in quanto impiega lampadine a bassissima tensione di costo limitato e riduce al minimo il filo elettrico necessario. Per contro il numero delle lampadine è vincolato al un numero prefissato ed in caso di guasto di una lampada l'intera catena si spegne. Il sistema in serie è usato soprattutto nelle piccole catene luminose applicate agli alberi di Natale casalinghi. Nel collegamento in serie le catene luminose devono portare l'indicazione delle caratteristiche delle lampade ad evitare eventuali sostituzioni errate delle lampade stesse.

Nel collegamento in parallelo ciascuna lampadina è collegata direttamente alla tensione di rete, pertanto due fili di alimentazione devono percorrere l'intera lunghezza della luminaria. I vantaggi di questo approccio risiedono nella flessibilità, ovvero il numero di lampade può essere aumentato a piacere e nel fatto che in caso di guasto di una lampada le altre rimangono accese. Per questi motivi le luminarie in parallelo sono usate nelle luminarie installate nelle strade e monumenti, dove limitare l'accesso per la manutenzione è importante.

Vai a "Installazione delle luminarie"