IMPIANTI ELETTRICI PER BIOEDILIZIA

Torna alla Sezione 2 - Cause di incendio



Sezione 3 - ESEMPIO PRATICO

Analizzeremo nel seguito un esempio pratico costituito da un edificio ad uso scolastico costruito secondo i criteri della bioedilizia.
L'esempio che andremo ad analizzare non vuole ovviamente trattare tutta l'impiantistica dell'edificio in oggetto, ma solo le soluzioni adottate per limitare il rischio di incendio.

Caratteristiche dell'edificio e vincoli impiantistici

  • le pareti ed il tetto sono realizzati in legno lamellare con intercapedine
  • l'intercapedine e' riempita con canapa che svolge la funzione di isolante termico
    Nota: la canapa idoneamente trattata raggiunge una classe di resistenza la fuoco pari a 2, ovvero la sua combustione cessa 20 secondi dopo che la fiamma che la alimenta viene allontanata.
  • le lastre di copertura presentano uno spessore di 6/10 e sono fissate alla struttura lignea sottostante senza praticare alcun foro
  • il quadro elettrico sara' posato a parete e presentera' un grado di protezione IP55
  • per esigenze estetiche gli impianti elettrici saranno del tipo incassato
  • e' previsto un impianto di rivelazioni incendi realizzato in conformita' alla norma UNI 9795

Vai alla Sezione 3.1 - Esempio pratico - Tubazioni e scatole